builderall

Enneagramma livello 2

Con Paolo Quattrini e Francesca Cantaro

Il fascino che suscita l'enneagramma come modello di conoscenza dell'animo umano non si limita a delineare le modalità relazionali nevrotiche con le quali abbiamo imparato e continuiamo infruttuosamente a cercare di manipolare l'amore.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

La poetica della relazione.
Il cuore: il battito di una mano sola

Con Luisa Lauretta, Silvia Cioni e Emanuele Perelli

"Su questa terra è dato soltanto iniziare il movimento delle cose" Franz Marc

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Offrirsi al risveglio. Danzare l'emozione

Con Ilaria Drago

Due giorni per incontrare le proprie emozioni, lasciarle emergere come un dono a sé e all'altro.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Viandanti

Con Paolo Quattrini e Francesca Cantaro

Come traslocare dallo scomodo domicilio del proprio carattere e seguire la fascinazione di altri luoghi, altre dimore.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Enneagramma e stili amorosi.
Amare oltre il proprio carattere

Con Paolo Quattrini e Francesca Cantaro

A quale tipo d'amore tende la nostra inclinazione caratteriale?
Un amore che nutre e che viviamo e godiamo pienamente o a qualcosa a cui ostinatamente tendiamo con l'intento di appropriarcene afferrandolo definitivamente?

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Appartenenza e partecipazione

Con Paolo Quattrini

Appartenere è uno dei bisogni fondamentali dell'essere umano: ci sono innumerevoli forme di appartenenza, ma nessuna esente da un tasso più o meno alto di illusione

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

L'approccio fenomenologico nella relazione d'aiuto

Con Francesca Cantaro

L'approccio fenomenologico e la relazione d'aiuto.
Emozioni e parola.
Il dialogo che genera movimento

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Persone e personaggi.
La costruzione teatrale dell'espressione di sé

Con Bianca Pananti

Trasferirsi, traslocare come in un sogno in quel personaggio che vorremmo essere e poi guardarci dentro per trovare parti di noi nascoste e timorose di uscire alla luce del sole

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Prendersi una vacanza da se stessi
Teatro e fenomenologia

Con Paolo Quattrini

In un’ottica fenomenologica ci si orienta nella vita in primo luogo tenendo conto di quel che si sente, e non è mai in discussione, per ognuno di noi, la diversità del sentire.

Si può anche dire che non c’è una verità oggettiva, indipendentemente da me e da te, ma la verità sta nell’interazione fra me e te: io sento qualcosa, e questo mio sentire fa un effetto a te, e a questo effetto io reagisco con un altro sentire, e così via, e si costruisce una realtà dinamica che non si ferma mai nella vita: il cosiddetto “circolo ermeneutico”.

Mentre la verità oggettiva è statica, nella visione fenomenologica la verità è dinamica, proprio perché l’incontro accade nelle differenze: qui il lavoro della relazione d’aiuto consiste nell’incontrare le diversità, non allo scopo di uniformare l’altro a sé, ma allo scopo di "andare in vacanza" in luoghi diversi dai propri, facendo l’esperienza di stare nelle diversità dell’altro per andare oltre le proprie fissità, come accade nella pratica teatrale.


Sabato ore 14-20 / Domenica ore 9-17
Presso il Vivaio del Malcantone, Via del Malcantone, 15/A. Firenze

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Il teatro e i suoi specchi

Con Luisa Lauretta

Da tempi immemorabili il teatro si occupa della visione dell'invisibile, di ciò che, nonostante sia ovvio, non si vede comunemente, ed è dunque la più antica forma di atto riflessivo (e visionario) ritualizzato delle società umane.
Il seminario sarà l'occasione per sperimentare modalità di lavoro fisico e vocale, individuale e corale, provenienti dal teatro di ricerca, per incontrare un modo poetico di esprimersi e di stare al mondo.

Sabato ore 14-20 / Domenica ore 9-17

Presso il Vivaio del Malcantone, Via del Malcantone, 15/A. Firenze

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Nomen Omen

Con Luisa Lauretta e Bianca Pananti

La locuzione latina “nomen omen” allude al valore augurale attribuito al nome, ed è utilizzata per quelle persone la cui sorte sembra conforme al significato del proprio nome. Dal punto di vista del significato equivale a espressioni quali “di nome e di fatto”, “un nome, un destino”, “il nome è un presagio”. Come se il nome avesse la capacità di incidere sulla realtà, il potere di provocare effetti nel momento e nel contesto in cui viene pronunciato.
Che orienti o meno la nostra sorte, che sia o meno presagio del nostro destino, di sicuro il nostro nome ci qualifica, ci rende riconoscibili a noi stessi e agli altri, ci fa sentire unici, ci accompagna nelle trame dell’esistenza.
Nel corso del seminario, attraverso l’uso dei linguaggi della scena contemporanea, si esploreranno modi consueti e insoliti per riconoscere e rintracciare se stessi e il proprio modo di stare al mondo e tradurli in atto performativo individuale e corale.

Sabato ore 14-20 / Domenica ore 9-17
Presso il Vivaio del Malcantone, Via del Malcantone, 15/A. Firenze

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

 

Miracoli a bassa densità - La narrazione di sé come pratica di ricerca nelle arti della scena

Con Bianca Pananti e Cesare Torricelli

«Essere pienamente vivi nel nostro mondo così com’è. Mettersi vicino a coloro per i quali questo mondo è diventato intollerabile e ascoltarli. L’unico sogno che vale la pena di vivere è vivere finché si è vivi e morire solo quando si è morti. Cosa significa esattamente? Amare. Essere amati. Non dimenticare mai la propria insignificanza. Non abituarsi mai alla violenza indicibile e alla volgare disparità della vita che ci circonda. Cercare la gioia nei luoghi più tristi, inseguire la bellezza là dove si nasconde. Non semplificare mai quello che è complicato e non complicare quello che è semplice. Rispettare la forza, mai il potere. Soprattutto osservare. Sforzarsi di capire. Non distogliere mai lo sguardo. E mai, mai dimenticare».

Da Modi di vedere, di John Berger, critico d’arte, scrittore, poeta ribelle e pittore degli ultimi, 1926/2017, a cura di Maria Nadotti.

La scrittura di sé attiva la capacità di viaggiare attraverso atmosfere e ricordi. Allena il desiderio di riscoprire la propria parabola esistenziale e vivificarla con parole nuove. Il gesto, il suono, nuove strategie di racconto permettono alla nostra mente di leggere la vita in un’altra prospettiva e individuare un materiale incandescente grazie al quale nutrire la dimensione poetica ed espressiva. In queste due giornate useremo alcune strategie tipiche della narrazione autobiografica unite al training teatrale per far emergere contenuti ricchi di potenzialità evocative e intraprendere insieme l’esercizio di traslazione di queste tracce in gesto scenico e in azione performativa. Ri metaforizzazione di sé, efficacia del gesto e del racconto, esperienze di autocreazione drammaturgica e di regia collettiva saranno il completamento di questo breve percorso che mira all’individuazione di una grammatica personale, curvata sui linguaggi della scena contemporanea e all’acquisizione di nuove competenze legate al riconoscimento del valore poetico della propria memoria.

Sabato ore 14-20 / Domenica ore 9-17
Presso il Vivaio del Malcantone, Via del Malcantone, 15/A. Firenze

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Ascoltare il vento - Seminario esperienziale

Con Silvia Cioni

Una discesa nel corpo per incontrare il luogo dove nasce il respiro, il nostro nido più intimo. Ascoltarne il sussurro, che si fa immagine, si fa gesto, si fa parola. Lasciarci muovere come foglie da un vento inaspettato che viene da molto lontano. Permettere alle antiche storie che incarniamo di affiorare fino alla pelle per lasciarci raccontare nella verità e nella presenza.
Un'immersione nella pasta di cui siamo fatti per liberare le donne e gli uomini che siamo stati e che verranno dopo di noi. Nella fiducia che l'incontro con l'altro ci renda possibile accedere allo sconosciuto che ci abita.

Sabato ore 14-20 / Domenica ore 9-17
Presso il Vivaio del Malcantone, Via del Malcantone, 15/A. Firenze

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

 

Voce-Teatro. Tracciati creativi in spazio sonoro

Con Francesca Pirami

Cosa succede nella mia voce? Quante voci ci sono nel mio suono, cosa dicono? Come si muovono? Come mi muovono? Cosa diventano, con chi?

Nel corso del seminario si lavorerà sul creare uno spazio sonoro, un terreno creativo interiore, crogiolo di trasformazione, che ognuno può coltivare dentro di sé, in ogni momento e in ogni luogo. In tale spazio faremo emergere le nostre voci, anche quelle più inesplorate, primitive, anche quelle che non ci piacciono, ma che una volta liberate sprigionano energia vitale. Voci aderenti alle nostre emozioni e da esse ci faremo guidare in un'azione creativa.

La singola voce incontrando quella degli altri crea un'alchimia unica in cui le differenze sono ricchezza, stimolo, contrasto espressivo.

Come nella danza-teatro, nella voce-teatro è da un incipit, un movimento, in questo caso sonoro, che nasce l'azione creativa. Tale azione è un rito, una sequenza fisico-vocale, un mantra personale che ognuno porterà con sé alla fine del corso, frutto del proprio lavoro, delle proprie associazioni libere, delle proprie capacità creative innate, messe a disposizione per dipingere un tracciato personale in uno spazio sonoro di libertà a cui sempre poter accedere.

Per partecipare al corso non sono necessarie conoscenze particolari di nessun genere, solo la voglia di stare in intimità con la propria voce, il corpo, le emozioni e vivere le possibilità creative e trasformative che nascono da questa aderenza a se stessi. Utile per sperimentare strumenti di lavoro applicabili nel campo della relazione d'aiuto, comunicazione, insegnamento, attività orientate al benessere, teatrali o canore, per il lavoro di crescita personale.

Sabato ore 14-20 / Domenica ore 9-17
Presso il Vivaio del Malcantone, Via del Malcantone, 15/A. Firenze

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Pratiche di gentilezza - seminario residenziale

Con Silvia Cioni, Luisa Lauretta, Emanuele Perelli

"Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile. Sempre.” Anonimo

Vivere con gentilezza, praticare un’attenzione al mondo del vivente che dia qualità all'esistenza.

Nel corso del seminario attraverso pratiche artistiche, momenti di meditazione, lavoro sul corpo e sulla voce, uscite in natura, incontreremo diversi modi per praticare la gentilezza.
Durante il lavoro ogni partecipante avrà modo di progettare una risposta specifica al tema del residenziale. Il progetto richiederà un lavoro performativo con cui trasmettere la propria visione di gentilezza. Ognuno avrà l’occasione di modulare il proprio progetto attraverso un confronto con altri sguardi. I vari lavori saranno realizzati l'ultimo giorno all'interno del gruppo.


Dal 19 al 25 agosto 2019 (arrivo previsto lunedì 19 agosto entro le 12:00 e partenza domenica 25 in mattinata, dopo un atto di gentilezza nei confronti del luogo).

Il seminario si terrà in una villa del ‘500, località la Maulina, sulle colline lucchesi. La struttura offre 12 posti letto, vari spazi di lavoro esterni e interni, una cucina e un parco esterno.

Costo:
600 euro + 10 euro di tessera associativa (la spesa comprende sia il lavoro di gruppo che le spese di vitto e alloggio).

ISCRIZIONE:
è possibile iscriversi entro e non oltre il 5 agosto.
Per iscriversi è necessario versare un bonifico di 200 euro all’associazione Arcobaleno a.p.s. Istituto Gestalt Lucca
Iban: IT 43 I 05034 24723 000000289784
Nella causale scrivere: “Acconto seminario residenziale”.
È richiesto di inviare ricevuta o comunicazione di effettuato bonifico.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

IL LUOGO IMMAGINARIO.
Laboratorio di creazione dello spazio scenico

Con Lisa Marrani e David Batignani

Ogni luogo ha una sua identità e provoca sensazioni ed emozioni diverse in ogni persona. Attraverso i sensi percepiamo le caratteristiche che compongono lo spazio in cui ci troviamo e inconsciamente decidiamo se in quel determinato spazio ci sentiamo a nostro agio, se ci impaurisce, se ci accoglie e se ci ricorda qualcosa.
In teatro queste molteplici identità possono essere riprodotte per creare volontariamente uno spazio che avvolga e conivolga lo spettatore o che lo respinga, laddove sia necessario.
L’utilizzo di luci, oggetti, suoni sono gli elementi che in questo laboratorio permettono di conoscere come trasformare uno spazio quotidiano in uno spazio scenico e di creare un luogo dell’immaginario partendo dall’esperienza del corpo.

Questo laboratorio è rivolto a tutte le persone che scelgono di utilizzare gli strumenti del teatro e dell’arte scenica nel proprio mestiere. La sua funzionalità non è unicamente quella di fornire le basi per interpretare una materia importante del linguaggio teatrale, ma anche di aprire nuove possibilità di indagine nella creazione personale di ogni singolo partecipante.

Sabato ore 14-20 / Domenica ore 9-17

Presso il Vivaio del Malcantone, Via del Malcantone, 15/A. Firenze

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Parlami di te. Che cosa senti? Che cosa vedi?

Con Ilaria Drago

Parlami di te è un seminario rivolto a chiunque desideri fare un viaggio alla scoperta di sé e delle proprie emozioni attraverso il teatro, l’espressione del corpo e della voce.

La cura di sé intesa come accoglienza e attenzione alle proprie necessità, passioni, desideri, creatività.

Un percorso che attraverso l’arte del teatro può svelare un’emozione, un sentimento e un bisogno che ci facciano sentire vivi e presenti, attori e protagonisti della nostra vita.

Il teatro ha la capacità di far parlare l’essenza, individua e centra in pieno ciò che spesso celiamo a noi stessi o agli altri; lo fa velandosi di poesia, usando un personaggio, lasciando che il corpo abiti le proprie scritture creative o che i suoni riempiano l’aria nel magnifico quadro della vita. È allora che siamo pronti a guardare nello specchio le innumerevoli immagini che riflettono di noi infiniti paesaggi possibili, rompendo i limiti o i giudizi che ci siamo imposti, agganciando e facendo fiorire ogni nostra risorsa.

Attraverso le tecniche della Danza Sensibile® e di laboratorio teatrale Ilaria Drago condurrà il gruppo a riscoprire la fiducia nelle sensazioni, nel movimento creativo, nelle proprie capacità espressive fortemente connesse al senso della propria storia di vita. Corpo, emozione, voce, parola, gesto sono tutte espressione di sé mai disgiunte una dall’altra.


Sabato ore 14-20 / Domenica ore 9-17
Presso il Vivaio del Malcantone, Via del Malcantone, 15/A. Firenze

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Il sogno e il carattere

Con Paolo Quattrini

«La caratteristica più specifica del sogno è l’assenza del rigore razionale, della relazione di causa ed effetto: in un sogno può accadere di tutto e in tutti i modi. Questo succede anche nell’arte visiva: si può dipingere di tutto, in qualunque modo. Malgrado ciò, è riconoscibile lo stile dell’artista, a prescindere dai contenuti dell’opera. In modo analogo nel sogno è riconoscibile lo stile del sognatore.

Guardare un sogno per via fenomenologica permette di evocare il carattere della persona che lo ha sognato, senza naturalmente la certezza razionale che un’operazione meccanica può offrire».



Sabato ore 14-20 / Domenica ore 9-17

Presso il Vivaio del Malcantone, Via del Malcantone, 15/A. Firenze

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Dal lavoro dell’attore per la scena... al teatro come strumento di indagine del mondo interno

Con Filippo Plancher

Si potrebbe dire, sintetizzando, che il lavoro dell’attore sia quello di concretizzare in modo credibile il mondo variegato dei personaggi del dramma nelle relazioni che ne costituiscono la rete dell’intreccio. Le tecniche che si possono incontrare in questa ricerca sono svariate, ma i principi ai quali fanno riferimento sono in realtà molti meno. 
Nel corso del laboratorio si metteranno in contatto alcune tecniche del teatro di ricerca con le tecniche dello psico-sociodramma classico. Si lavorerà principalmente sull’improvvisazione di gruppo e cioè sulla consapevolezza di dove siamo e di che cosa ne facciamo di quello che incontriamo nel qui ed ora, durante i diversi livelli dell’esercitazione. Si tratta di un'attività che sviluppa l’attenzione allo spazio, al gruppo e alle relazioni che spontaneamente nascono di volta in volta. Stimola l’allerta e l’adeguatezza delle reazioni alle diverse “proposte” che vengono presentate durante l’improvvisazione. Tale competenza, una volta acquisita, risulta essere funzionale al lavoro dello psico-sociodramma dove ad essere concretizzato è invece il mondo interiore con i personaggi e le situazioni descritte dal protagonista. 

Sabato ore 14-20 / Domenica ore 9-17
Presso il Vivaio del Malcantone, Via del Malcantone, 15/A. Firenze

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

Gestalt e teatro

Con Paolo Quattrini

«E' importante diventare protagonisti delle proprie storie anziché restarne succubi, e quindi comportarsi responsabilmente, cioè assumersi le proprie scelte esistenziali. Ogni storia personale è fatta di comportamenti: la scelta di gesti, di parole e di toni di voce compone vere e proprie architetture. E' la costruzione che fa tutta la differenza: comportamenti sostanzialmente analoghi ma diversi nel modo di manifestarsi possono avere infatti un risultato molto differente. 
Con un comportamento respons-abile si diventa protagonisti della propria storia, nel bene o nel male.
Essere responsabili significa anche realizzare che quanto si fa ha comunque un prezzo: “decidere” viene dal latino “de-caedo”, “taglio via da”, in quanto ogni decisione equivale alla rinuncia a tutto ciò che si lascia da parte. Ma proprio questa rinuncia, come nella regia teatrale, ci rende completamente artefici della nostra esistenza».

Nel corso del seminario i partecipanti avranno modo di sperimentare le basi dell’approccio gestaltico di orientamento fenomenologico esistenziale, in particolare la messa in scena teatrale che offre l'opportunità di fare esperienza di nuovi modi di stare al mondo.

Sabato ore 14-20 / Domenica ore 9-17

Presso il Vivaio del Malcantone, Via del Malcantone, 15/A. Firenze

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all'attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

L’atto teatrale e la relazione d’aiuto
Dall’ascolto attivo all’esperienza

Con Bianca Pananti e Luisa Lauretta

Ascolto attivo, responsabilità ed esperienza, sono le tre principali qualità, complementari e coesistenti, del processo di relazione d'aiuto in ottica fenomenologico-esistenziale.
Si tratta di qualità importanti anche nell’azione teatrale e performativa.
In che senso? Quali declinazioni hanno nei due ambiti? Quali specificità?

Sabato ore 14-19 / Domenica ore 9-17
Presso il Vivaio del Malcantone, Via del Malcantone, 15/A. Firenze

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

ISCRIZIONI
Vale come 12 crediti formativi AICo.
Per iscriversi è necessario compilare la scheda di iscrizione. Il numero dei posti disponibili è limitato. Prima dell'iscrizione verificare che vi sia disponibilità di posti.

INFORMAZIONI
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

HAI ANCORA QUALCHE DOMANDA?

Inviaci un messaggio per avere ulteriori informazioni o per rivolgerci una domanda!

CHI SIAMO

Le prassi e gli orizzonti di senso su cui si fonda l'Istituto Talìatitù nascono nell'autunno del 2007 da un progetto di ricerca e sperimentazione teatrale con gli psicologi in formazione attivato da Luisa Lauretta, Psicologa, sicula d'origine, presso l'IGF (Istituto Gestalt Firenze).

CONTATTACI

Via del Malcantone, 15, 50137 Firenze
9.00 - 19.00 Lun - Sab

artetaliatitu@gmail.com

+393899621477

SOCIAL MEDIA

Privacy Policy

Copyright © 2021 - Talìatitù - Codice Fiscale 94282640484

MENU